bellacarovigno-carovigno-chiesa-nova

Carovigno la chiesa Nuova 180 anni per ultimarla

Storia della realizzazione della Chiesa nuova di Carovigno

Era il 1797 quando ebbero inizio i lavori per la realizzazione della Nuova (o Nova, in carovignese) chiesa Madre.

Si trattava di un progetto ambizioso che, purtroppo, ben presto dovette scontrarsi con le limitatezze economiche della città di Carovigno. Solo nel 1800 ad ottobre, ci fu la cerimonia per la posa della prima pietra.

La chiesa Nuova di Carovigno, rimase incompleta per parecchi anni. Fino al secondo dopoguerra la cripta ha svolto la funzione di ossario comunale, nonostante i successivi e numerosi tentativi di portarla a compimento, in quegli anni, si pensò addirittura alla sua demolizione.

La chiesa era ancora un cantiere a cielo aperto, quando nel 1909 fu ufficiato il primo rito sacro, mentre, solo nel 1954 su interessamento dell’Arciprete Don Angelo Massaro e successivamente del Geom. Nicola Celino, si riuscì a ripresentare un progetto che permise di riprendere i lavori nel 1967.

Finalmente dieci anni dopo, il 17 Aprile 1977, con l’inaugurazione ufficiale della Chiesa Nuova si chiuse uno dei capitoli più lunghi della storia carovignese.

Ammirando la chiesa Nuova di Carovigno, posta proprio di fronte al castello Dentice di Frasso, risalta immediatamente l’evidente contrasto fra le imponenti mura ottocentesche, all’interno delle quali è poi sorta la struttura in stile più moderno.

Nel 2006 vennero eseguiti ulteriori lavori, questa volta per restaurare i circa 800 mq di superficie semipogea che si trovava nella parte inferiore della chiesa. I locali oggi sono stati riconsegnati alla comunità di Carovigno ed ospitano molteplici attività culturali, ludiche e ricreative.

Meravigliosamente arcaici ma attuali, gli ambienti della cripta della chiesa Nuova di Carovigno sono restaurati per essere finalmente vissuti da tutti.

Carovigno in un click con Bellacarovigno.it