bellacarovigno-carovigno-chiesa-sant-anna

Carovigno la chiesa di Sant’Anna cappella personale dei Dentici di Frasso

Un ponte collega il castello alla chiesa di Sant’Anna

A Carovigno la chiesa di Sant’Anna si trova proprio prima dell’ingresso principale al castello Dentice di Frasso. Venne edificata tra la fine del ‘600 e l’inizio del secolo successivo da Michele Imperiali, Principe di Francavilla Fontana e feudatario (all’epoca), anche di Carovigno.

Sin da subito la chiesa venne concessa in uso alla confraternita del Santissimo Sacramento. Nel tempo, la sua proprietà, passò ai Dentice di Frasso, quindi al conte Alfredo, che, la fece diventare cappella di famiglia.

Inizialmente composta da una sola navata, la Chiesa di Sant’Anna fu ampliata con una seconda navata nel 1804, quindi con una terza simmetrica nel 1864.

Successivamente a questoi periodo, esattamente nel 1885 e 1887, fu oggetto di ulteriori interventi di restauro: la cupola, la facciata i solai e le stuccature interne.

L’intervento comunque più incisivo che la chiesa di Sant’Anna ha avuto, è stato quello operato dall’Arch. Gaetano Marschietzek, già incaricato del restauro del Castello dal Conte Alfredo Dentice di Frasso.

Durante la ristrutturazione del castello quindi, venne costruito un piccolo ponte che attraversava la strada ed univa appunto, la chiesa di S.Anna alla dimora dei Conti.

Ancora oggi si può ammirare il passaggio che, tuttavia è stato chiuso (dal lato della chiesa).

Inoltre, fu arricchita da una finestra decorata, da un portale con colonne e da un rosone, tutti riccamente creati dall’abile maestro scalpellino Ferdinando Lotti di Carovigno.

Una curiosità riguarda lo stemma della famiglia degli Imperiali che, nonostante i tanti lavori eseguiti, si trova ancora al suo interno. Infine, sulla facciata esterna, sopra il rosone, campeggia lo stemma dell’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento.